Le nuove abitudini ed esigenze dei turisti italiani in epoca di pandemia da Coronavirus

Secondo la recente ricerca dell’Osservatorio Turismo Nomisma-UniCredit pubblicata a Marzo 2021, che ha analizzato i comportamenti dei turisti italiani prima e dopo l’estate del 2020, le attività preferite dei viaggiatori italiani durante le vacanze estive sono state il poter fare lunghe passeggiate all’aria aperta (44%), escursioni in bicicletta (18%) e fare sport circondati dal verde (20%). Lo stare all’aria aperta, dopo mesi di lockdown chiusi in casa e anche per via della stagione fredda, è un riflesso del bisogno di respirare aria pura.

Interessante la scelta dei servizi più ricercati dai turisti: oltre alla presenza di Wi-Fi gratuito (31%), riflesso dell’abitudine allo smart working, da segnalare la necessità di un’assicurazione di viaggio per la copertura delle spese sanitarie (14%). In evidenza, poi, l’estrema attenzione alla salute e al benessere come elemento irrinunciabile: ben il 56% individua come necessari l’installazione di impianti di sanificazione e purificazione dell’aria.

La sensibilità al pericolo del contagio da Covid-19 è altissima, quindi ogni ambiente indoor è percepito come fonte di potenziale pericolo. Ecco perché viene richiesta dalla maggioranza dei turisti un’attenzione particolare alla qualità dell’aria da parte degli operatori turistici. Soggiornare in una stanza Covid-Free, dotata di un apparecchio come il nostro SpazioSafe™, è un valore aggiunto che rende ogni struttura ricettiva molto più attrattiva, oggi. La tendenza a questo tipo di attenzione durerà a lungo, anche oltre la fine della pandemia, rendendo duraturo il beneficio dell’investimento tanto che la ristrutturazione della struttura ricettiva sarà un elemento chiave per il 59% degli operatori, sempre secondo la ricerca (link alla fonte: Comunicato stampa Unicredit).

Entra in questo link per approfondire il programma dedicato agli hotel e B&B, e non solo

Safetily purificatore aria